Il Gruppo di Rievocazione Storica PROGETTO900 vanta una decennale esperienza nell’ambito delle collaborazioni con diverse Case di Produzione e Registi, partecipando alla realizzazione di lungometraggi, cortometraggi e documentari.

Nel 2003 esordisce con il film “Le Valigie di Tulse Luper” di Peter Greenaway, e, l’anno successivo, prende parte alla fiction “Le Stagioni del Cuore” di Antonello Grimaldi.

Il 2007 è un anno ricco di partecipazioni.

Prima con “Sangue Pazzo” di Marco Tullio Giordana e poi, a seguire, “Einstein” di Liliana Cavani e “Zoè” di Giuseppe Varlotta.

Nel 2008 è tempo de “L’uomo che Verrà” di Giorgio Diritti.

 

Per la televisione, nel 2009, ecco arrivare Alberto Angela con una puntata del programma “Ulisse - Il Piacere della Scoperta”, dedicata alla Battaglia delle Ardenne.

Nel 2011 iniziano le collaborazioni con giovani Registi interessati a proporre vicende legate al secondo conflitto mondiale, attraverso il linguaggio cinematografico del cortometraggio.
Si parte con “Ritorno a Casa” di Paolo Nepi, patrocinato dall’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) e, successivamente, nel 2012, “A Lisio per sempre e anche dopo” di Noemi Balbo.

 

Poi nel 2013, ancora patrocinato dall’ANPI, giunge “Un giorno d’agosto” di Ferruccio Sbaffi e Maria Letizia Panighetti.

Inoltre sempre nel 2012, c’è anche spazio per il film-documentario “Antonio Ligabue, l’uomo” del Regista Ezio Aldoni, girato a Gualtieri (RE)

Anche nel 2014 l’attività è incessante.
Oltre all’impegno con la Casa di Produzione indipendente “Leig Cinema”, seguono poi il docufilm “L’Eccidio di Vallarega” di Giacomo Ravenna ed il cortometraggio “Red Ribbon” di Andrea Marcovicchio.

Il 2015 si apre invece con il cortometraggio “Neve Rosso Sangue” di Daniel D’Aquino, patrocinato dell'ANPI, che narra le vicende accadute al Santuario di Valmala nel marzo del 1945. 

Sempre nello stesso anno esce poi “My Honor Was Loyalty” del giovane Regista e Compositore Alessandro Pepe, realizzato attraverso la decisiva partnership con PROGETTO900. 

In ultimo il Gruppo partecipa anche alle riprese di due teaser, preparatori alla successiva realizzazione dei relativi lungometraggi. Il primo di Tatjana Callegari ("2 Luglio 1944") ed il secondo di Arnaldo Delehaye ("Bruciate Napoli"), tributo al lavoro di Nanni Loy con il film "Le Quattro Giornate di Napoli" del 1962.

Nel 2016 viene il momento dell'opera cinematografica "Rosso Istria" di Maximiliano Hernando Bruno, prodotta da Venice Film.

 

Il 2018 vede il Gruppo impegnato insieme al Regista Stefano Rolando che, con docenti e ragazzi della Scuola Media "Fratelli Casetti" di Varzo (VB), realizza il cortometraggio "Il Fiore d'Inverno", ispirandosi ad una pagina di storia locale.

SEGUICI